SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Chiediamo un ospedale che possa offrire prestazioni sanitarie d’eccellenza. Un unico ospedale di vallata? No, piuttosto una divisione delle specializzazioni fra Ascoli e San Benedetto del Tronto». Lo afferma il presidente del Consiglio comunale Giulietta Capriotti, introducendo la doppia seduta del civico consesso convocata per venerdì 27 luglio.

Alle ore 17 si discuterà del Piano sanitario regionale 2007-2009 e alle 21,30 dei progetti della Fondazione Carisap per il territorio. Essendo Consigli comunali aperti, hanno diritto di parola anche i cittadini.
Al primo sono stati invitati il vicepresidente della Regione Marche Luciano Agostini, l’assessore regionale alla Sanità Almerino Mezzolani, il presidente della commissione regionale Sanità Marco Luchetti, il direttore del servizio Sanità della Regione Marche Carmine Ruta, il direttore generale dell’Azienda sanitaria unica regionale Roberto Malucelli, il presidente della Provincia di Ascoli Piceno Massimo Rossi, e i sindaci dei Comuni che fanno parte della Zona territoriale 12 della Asur. Un Consiglio comunale aperto sulla sanità si era già svolto il 31 gennaio scorso, alla presenza dello stesso presidente di commissione Marco Luchetti.
Al secondo Consiglio relazionerà il presidente della Fondazione Carisap Vincenzo Marini Marini. L’ente ha più volte manifestato la volontà di investire parte dei propri utili in progetti mirati, a servizio dei cittadini che del resto creano ricchezza e utili a beneficio della banca stessa. La presenza di Marini Marini rappresenterà dunque un momento di ascolto delle istanze del territorio.

Rincara la dose Giulietta Capriotti: «Se la Regione non ha intenzione di valorizzare l’area del sud del Piceno a vantaggio di Ancona e Pesaro, questa sarà l’occasione giusta per dichiararlo di fronte ai nostri cittadini. Personale e strutture, si devono rendere conto che qui ce n’è un estremo bisogno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 435 volte, 1 oggi)