GROTTAMMARE – «Per aver interpretato con coerenza e responsabilità il ruolo dell’artista comico, mai superficiale o disimpegnato, disposto a confrontarsi con il proprio tempo, a denunciare attraverso le lame della satira e dell’intelligenza le storture della società e l’arroganza del potere». Con questa motivazione quest’anno il Cabaret Amoremio! Premia il satirico Maurizio Crozza che, nella serata finale del Festival, il 5 agosto, riceverà l’Arancia D’Oro, scultura in oro realizzata su disegno dell’artista Mario Lupo.

«Abbiamo voluto premiare l’intelligenza critica, la satira politica la capacitò di far ridere non con la superficialità ma con il pensiero», commentano il sindaco Luigi Merli e l’assessore alla cultura Enrico Piergallini.

Il Premio “Arancia d’oro” è stato istituito nel 1998, per rendere omaggio alle migliori personalità dell’umorismo italiano. Primo ad essere premiato fu Lello Arena. A seguire gli altri premiati sono stati Leo Gullotta, Raffaele Pisu, Mario Carotenuto, Totò (alla memoria), Renato Scarpa, Oreste Lionello, Enzo Iachetti, Massimo Troisi (alla memoria), Francesco Paolantoni, Giorgio Panariello, Dario Fo e Franca Rame, Enzo Iannacci, Vincenzo Mollica, Fabrizio De André (alla memoria), Angela Finocchiaro, Gioele Dix, Ric&Gian, Syusy Blady, Serena Dandini, Neri Marcoré, Antonio Cornacchione.

Info e biglietteria: ufficio Cultura Comune di Grottammare 0735 739230 (lunedì – venerdì 10-13/17-19). Inizio spettacoli ore 21.30 – Ingresso 18 euro – Abbonamento 45 euro (posto numerato).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 593 volte, 1 oggi)