SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «L’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione di San Benedetto del Tronto è intitolato al nome di “Filippo Buscemi”». È il dispositivo del decreto emesso martedì 24 luglio ad Ancona da Michele De Gregorio, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per le Marche.

La decisione è l’ultimo atto di un lungo iter iniziato fin dal maggio 2004 quando – in occasione dell’inaugurazione della nuova sede dell’Istituto in Piazza Sciocchetti – l’allora assessore provinciale alla Cultura Maria Pia Silla lanciò la proposta subito accolta da vari esponenti sambenedettesi, fra cui Palmiro Merli dei Ds che in tal senso stilò un documento. Un mese dopo, nel giugno 2004, la proposta fu votata dal Collegio dei docenti della stessa scuola di cui Filippo Buscemi era stato fondatore e dirigente per 23 anni. Poi nel febbraio 2007 il Consiglio d’Istituto dell’Ipssar sambenedettese ha formalizzato la scelta con una delibera ufficiale, così come previsto dalla legislazione in materia.

Successivamente, nel maggio scorso, anche il sindaco Giovanni Gaspari e l’amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto con una delibera di giunta hanno espresso parere favorevole all’intitolazione della scuola al preside Buscemi. La definitiva autorizzazione – supportata anche dal positivo parere dell’Ufficio scolastico provinciale di Ascoli Piceno e del suo dirigente Romualdo Discenza – è giunta infine dal prefetto di Ascoli Piceno Alberto Cifelli.

Filippo Buscemi (Catania, 1920 – San Benedetto del Tronto, 2000), nelle Marche dal 1948, fu preside delle Scuole Medie di Offida e di Montegiorgio. A San Benedetto del Tronto dal 1958, insegnò materie letterarie alla Scuola Media “Sacconi”, alla Scuola Media “Gabrielli” e all’Ipsia.

Nel 1967 – assieme al preside Antonio Guastaferro, allora dirigente dell’Ipsia – propose ed ottenne la fondazione di un Istituto Alberghiero destinato a formare e immettere nel mondo del lavoro personale idoneo a qualificare la crescente vocazione turistica della città.

Fra il 1964 e il 1970 Filippo Buscemi fu anche consigliere comunale della Democrazia cristiana con importanti deleghe amministrative durante le giunte Scipioni e Panfili.

Buscemi ha diretto l’Istituto Professionale Alberghiero fino al momento del suo pensionamento nel settembre 1990. Negli anni successivi – e fino alla morte nel febbraio 2000 – è stato fra l’altro presidente del Comitato di Quartiere Marina di Sotto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.164 volte, 1 oggi)