SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dalla caparbietà di Filippo Cocciolo, commerciante di tendaggi in Viale de Gasperi, potrebbe partire l’ennesima crociata contro i progetti di riqualificazione del lato est del viale: l’idea maturata dall’architetto Farnush prevede un allargamento del marciapiede est, lo spostamento dei parcheggi dall’aiuola centrale e la loro disposizione in parallelo al marciapiede stesso. L’inizio dei lavori, concordato peraltro in base alle esigenze dei commercianti, è previsto per gennaio 2008.
Cercando di coinvolgere tutti i commercianti della zona, il signor Cocciolo ha iniziato una raccolta firme per protestare contro questa ipotesi: «Ogni giunta inizia un nuovo progetto e quelli che ci rimettono sono sempre i commercianti – ha affermato – questa nuova idea è molto penalizzante poiché bloccherebbe la visuale dei negozi e poi bisognerebbe finire i lavori sul lato ovest visto che mancano ancora le fioraie sui marciapiedi».

I commercianti temono di dover passare altri sei mesi con i lavori davanti ai loro esercizi: «Bisognerebbe finire quello che è stato già iniziato – ha continuato Cocciolo – anche perché questo sarebbe il quarto progetto che prevede cambiamenti per il viale: è assurdo buttar via i soldi della gente per ricominciare ancora tutto daccapo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.576 volte, 1 oggi)