GROTTAMMARE – Un acquirente. Lo cerca il presidente Amedeo Pignotti, che dopo 11 anni e tante soddisfazioni alle spalle, si è stancato e non vorrebbe fare più calcio a Grottammare. Lo cerca, ma non lo trova.
Breve riepilogo delle puntate precedenti: a giugno il presidente del sodalizio biancazzurro torna a battere sul refrain ormai in voga da qualche estate: «Troppa indifferenza attorno alla squadra: me ne vado. La squadra? Non la iscrivo, stavolta per davvero».
Seguono settimane di incertezza, con il sindaco Merli che tenta (invano) di reperire forze economiche disposte a rilevare la società o quantomeno ad appoggiare Pignotti.
Ma non succede nulla: il presidente biancazzurro, anche se in extremis, decide comunque di iscrivere la squadra al prossimo campionato di serie D. Arrivano di lì a poco le prime indiscrezioni – confermate dalle parti – in merito all’interessamento di un imprenditore o di un gruppo di imprenditori che però vorrebbero rimanere anonimi, tanto da mandare allo scoperto due uomini di fiducia. C’è l’incontro con Pignotti e il diesse Aniello, ma la cosa si arena lì.
Nel frattempo molti giocatori lasciano Grottammare.
Torniamo all’oggi: «La situazione è difficile». E’ la sintesi del sindaco Luigi Merli. Che aggiunge preoccupato: «Questa fantomatica cordata si è rilevata inesistente. Non si è saputo più nulla. Credo che presto mi incontrerò con Pignotti per valutare la questione. Ormai la squadra è iscritta, quindi bisognerà arrivare a fine stagione. Ovviamente la soluzione ideale sarebbe la cessione delle quote societarie, ma non è facile trovare imprenditori del posto disposti ad accollarsi questo fardello. Valuteremo il da farsi».
E allora? Con il campionato al via sì e no tra una quarantina di giorni il direttore sportivo Pino Aniello sta cominciando a muoversi. Al momento, in mancanza di acquirenti, l’ipotesi più plausibile è che sia proprio il dirigente grottammarese a prendere in mano il discorso tecnico. Tanto che nelle presto lo stesso Aniello incontrerà il presidente Pignotti per pianificare le prossime mosse.
E magari entro la fine della settimana sapremo qualcosa di più preciso. Se lo augurano i tifosi e i calciatori biancazzurri che da oltre un mese vivono una poco indiviabile situazione di incertezza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 793 volte, 1 oggi)