SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sembra essersi aperto uno spiraglio (o forse qualcosa in più) nella trattativa per vestire di rossoblu il difensore centrale del Bologna Luca Tedeschi (20 anni): il ds della Samb Maurizio Natali è riuscito a strappare i sì di giocatore, procuratore e società.
Ma c’è uno scoglio di non poco conto da superare: «La società emiliana vorrebbe girarcelo in prestito. Con questa formula abbiamo già acquisito troppi giocatori».
Natali prova comunque a far sfoggio di ottimismo: «Conosco Tedeschi da quando giocava negli Allievi. L’anno scorso a Cremona ha disputato 30 partite e so che è un giovane sul quale possiamo fare affidamento. Gli stiamo dietro da inizio luglio e da allora, quando il Bologna disse che non se ne sarebbe privata assolutamente, abbiamo compiuto dei passi in avanti non indifferenti. Ragion per cui continuiamo a sperare che i dirigenti felsinei cambino idea e si possa strappare loro almeno il diritto di riscatto».
Le parti sono riaggiornate a martedì prossimo.
IDEA DI MEGLIO «Ci vogliamo cautelare nel caso in cui Donadoni dovesse rispondere picche», taglia corto Natali.
E allora nella lunga lista con i nomi dei papabili per ricoprire il ruolo di difensore centrale esperto che dovrà sostituire l’argentino Manuel Landaida, accasatosi al Benevento, ci finisce pure Giovanni Giuseppe Di Meglio, classe 1975, in forza al Grosseto da tre stagioni e in passato a Crotone, Messina (con i siciliani la sua unica esperienza in B), Monza, Castellammare di Stabia e Foggia.
La Samb ha offerto al calciatore un contratto triennale, come a suo tempo ha fatto con Donadoni dell’Albinoleffe.
MARINO E’ slittata di un giorno la firma per la risoluzione consensuale del contratto che legava il centrocampista Domenico Marino al Pisa: il giocatore sarà in Toscana mercoledì e non martedì come stabilito la settimana scorsa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.614 volte, 1 oggi)