GROTTAMMARE – Non si ferma l’attività di contrasto della Capitaneria di Porto agli abusi edilizi in spiaggia. Questa mattina personale della polizia marittima è intervenuta, su disposizione della Procura della Repubblica di Fermo, allo chalet “Mojto” di Grottammare (concessione n° 23) per porre sotto sequestro due aree dello stabilimento balneare per una superficie pavimentata di complessivi 360 mq.

In quest’area dello chalet si trovano attrezzature ginniche, arredi balneari (tavolini, sedie e ombrelloni) e strutture in legno adibiti all’intrattenimento e alla somministrazione di bevande che, in virtù del sequestro, sono al momento inutilizzabili.

Il personale della Capitaneria di Porto ha accertato inoltre la presenza di altre opere abusive in due campi da beach volley attigui alla struttura, ciascuno delle dimensioni di 240 mq, realizzati con pali di legno e delimitati da reti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.516 volte, 1 oggi)