ALBA ADRIATICA – Sabato scorso, verso l’una di notte sul lungomare di Alba Adriatica, due giovani in vacanza di 18 e 19 anni originari de L’Aquila sono stati accerchiati e malmenati da un gruppo di albanesi, che li hanno colpiti non solo con calci e pugni ma anche con delle bottigliate in testa.

I primi screzi tra i giovani e alcuni dei loro aggressori si sarebbero avuti già all’interno di un locale della zona. Allontanato dal servizio d’ordine, il gruppo ha deciso di saldare i conti per strada, e precisamente nel tratto di lungomare in prossimità della rotonda di Via Trieste, dove l’aggressione, i cui motivi sono ancora sconosciuti, è avvenuta sotto gli occhi dei numerosi turisti e residenti a passeggio. Nella rissa sono spuntate a un certo punto le bottiglie, e i due giovani aquilani sono stati colpiti alla testa. Immediato l’arrivo dei soccorsi, tra cui i Vigili Urbani e alcune pattuglie dei Carabinieri, anche se gli aggressori sono riusciti a fuggire prima di essere identificati. I due giovani sono stati trasportati all’ospedale di Sant’Omero, dove sono stati medicati per le numerose ferite alla testa e per il trauma cranico riportato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.107 volte, 1 oggi)