MONTEPRANDONE – Dopo due splendide annate con la maglia del Centobuchi Alessio Rosa si accasa a Rovigo.
Il club veneto, che milita in quarta serie, ha fatto firmare all’attaccante ascolano un contratto biennale. Per l’ex biancoceleste quella che inizierà a fine agosto sarà la prima esperienza da calciatore professionista.
«Cambio vita: lascio il lavoro e spero che il calcio, da questo momento, possa davvero darmi da vivere», sono state le prime parole del giocatore di ritorno da Rovigo, dove ha firmato il contratto che lo lega fino al giugno 2009 alla sua nuova squadra.
«Sono contento di aver accettato la proposta di un club che da tempo mi stava alle costole – ha continuato Rosa – Presto mi affaccerò ad una categoria, la C2, per me nuova: ma non ho paura, darò il massimo. Come sempre».
Un pizzico di rammarico per aver visto sfumare l’ipotesi Samb? «No, anche perché non ho avuto più contatti con la dirigenza rossoblu e comunque, da ambienti vicini alla società, avevo saputo che sembravano intenzionati a prendermi in prova. A quel punto non ho avuto più dubbi».
Rosa, che il 18 luglio inizierà il ritiro precampionato con il Rovigo, lascia il Centobuchi dopo aver contribuito (leggi 28 gol) al raggiungimento della storica promozione in D nel 2006 e all’altrettanto importante salvezza lo scorso maggio.
«Ho vissuto due anni meravigliosi e per questo ringrazio tutti: da mister De Amicis ai fratelli Marocchi, da Menzietti a Cicchi, da Cocci a tutti i dirigenti, nessuno escluso. Sarò sempre affezionato ai colori biancocelesti e spero che i tifosi abbiano capito la mia scelta».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.752 volte, 1 oggi)