SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Predominio brasiliano nella seconda tappa dello Skipper Beach Tour 2007 con il successo delle coppie Rodrigo-Thiago fra gli uomini e Ramos-Ribeiro fra le donne.
Le canotte rosa simbolo della leadership nel campionato italiano di Beach Volley passano sulle spalle di Diego Nota-Andrea Raffaelli e Margherita Chiavaro-Nellina Mazzulla, secondi classificati.
Nella mattinata di domenica 8 luglio si è disputato anche il derby tutto sambenedettese fra Massimiliano Falaschetti-Marco Malavolta e Nota-Raffaelli, che hanno vinto due a zero in 41 minuti di gioco.
Le ore di gioco e di intrattenimento presso la Beach Arena di viale Marconi sono trascorse con piacevolezza; buono l’afflusso di pubblico, soprattutto per le semifinali e le finali; divertente l’intrattenimento degli animatori, particolarmente apprezzati i doni di gadget; spettacolari le esibizioni di frisbee freestyle e calcio volley acrobatico.
Un evento che mancava a San Benedetto dal 2001, ma che è senz’altro da ripetere nel 2008. «L’ottimo afflusso di gente dimostra che questa Beach Arena non è un corpo estraneo nella città, ma un luogo di ritrovo, un punto pieno di vita», dichiara soddisfatto il sindaco Giovanni Gaspari. E’ piaciuta insomma la full-immersion di beach volley targato Rcs-La Gazzetta dello Sport.
La tappa di San Benedetto del Tronto è andata anche in diretta su Rai3 sabato pomeriggio dalle 16,42 alle 17,25 mentre le finali verranno riproposte su Rai Sat martedì 10 luglio dalle 23 alle 24 con replica mercoledì dalle 7 alle 8 e dalle 15 alle 16.
SFUMA IN FINALE IL SOGNO DI ANDREA RAFFAELLI L’atleta sambenedettese e il suo collega Diego Nota, nonostante il gran tifo, perdono per due set a zero con i forti brasiliani Rodrigo-Thiago. Ha stupito soprattutto quest’ultimo: colored, alto e potente e con una buona tecnica. «Il segreto di questo sport è l’allenamento, molto molto duro. Giochiamo tutto l’anno, faccio solo beach volley. San Benedetto? Stupenda, un mare molto pulito, una spiaggia che è persino migliore di molte spiagge brasiliane», dichiara l’asso di Joao Pessoa, vicino Recife. E’ solo un paio di mesi che gioca insieme con il compagno Rodrigo, ma l’affiatamento c’è eccome. «Il Footvolley? Mi piace, ma non sono bravo con i piedi. Meglio con le mani». Come dargli torto.
Andrea Raffaelli non nasconde la delusione: «Purtroppo siamo calati fisicamente, sentivamo la stanchezza per il Master Fipav a Cordenons giocato a metà settimana. E’ comunque un grosso risultato, loro sono stati bravi ma noi non siamo partiti già sconfitti. Con un pizzico di freschezza in più potevamo vincere, non sono extraterrestri». Cosa dire di questo evento sportivo nella Riviera delle Palme? «Peccato che si tenga solo una volta l’anno. Eh sì, perchè l’anno prossimo qui si giocherà di nuovo, spero».
La finale del cartellone maschile, con il massimo rispetto per quella del cartellone femminile, si è giocata in un’atmosfera magica. Adrenalina a mille, pubblico “caliente”, silenzio irreale nei momenti di gioco ed esplosioni di gioia o di delusione quando le azioni si concludevano. E poi quell’eterna sfida sportiva fra Italia e Brasile, che ti fa venire in mente Paolo Rossi, Pelè, Roby Baggio, anche se questo è un’altro mondo. Veramente una bella giornata di sport. Peccato per il risultato finale, ma lo spettacolo può essere bello anche con una delusione di mezzo.
MAIN DRAW FEMMINILE La coppia carioca Ramos-Ribeiro (rispettivamente 33 e 26 anni, grande esperienza, giocano insieme da un anno e mezzo) ha avuto vita facile con la coppia siciliana Chiavaro-Mazzulla. «Siamo soddisfatte lo stesso – dice la Mazzulla – dopo il terzo posto nella tappa di Rimini ecco un secondo posto. Vorrà dire che vinceremo a Cagliari fra due settimane. Le brasiliane sono state più tecniche, più precise, studiavano tutti i colpi ed erano più affiatate, mentre invece noi due giochiamo insieme solo da un mese».

Cliccando sulla sezione “Documenti allegati”, in alto a destra, potete scaricare i file in pdf (tratti dal sito della Gazzetta dello Sport) con tutti i risultati dei main draw maschile e femminile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.428 volte, 1 oggi)