SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il centrodestra fa un bilancio del primo anno all’opposizione e programma un’attività politica sinergica, all’insegna di quella compattezza che forse mancò un anno fa nel momento della chiamata alle urne.
In una nota del coordinatore di Forza Italia Andrea Assenti si legge che «è nostra intenzione formare in opposizione, tra i banchi del Consiglio comunale, un gruppo solido, che in maniera armonica possa far riflettere la città su tutti quegli argomenti portati avanti dal centrosinistra con arroganza, ma che sono lontani dalle esigenze e dai veri bisogni dei cittadini. È un atteggiamento che non ci sentiamo più di sopportare, visti gli innumerevoli errori generati da questo governo dopo un solo anno di amministrazione. il nostro elettorato deve sapere che ci siamo, oggi più forti di prima, per far in modo che questa coalizione di centro-destra torni a essere maggioranza di questa città».
Il 2 luglio si è tenuto un summit generale della minoranza presso la sede di Fi. Erano presenti tutti i vertici del centrodestra locale: il coordinatore comunale di Forza Italia Andrea Assenti, il capogruppo Bruno Gabrielli, il coordinatore di Alleanza Nazionale Luigi Cava ed il capogruppo Pasqualino Piunti, il coordinatore dell’Udc Luigi Orlandi ed il capogruppo Marco Lorenzetti, il coordinatore del Pri Antonio Merlini ed il capogruppo Antonio Felicetti, il capogruppo del Nuovo Psi Paolo Forlì, Edio Costantini per la Lista Progetto Comune, Pierluigi Tassotti per la Lista Martinelli; assente giustificato il coordinatore comunale Stefano Gaetani per la Lega Nord.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 522 volte, 1 oggi)