SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ davvero giunta l’ora del rilancio per la sanità sambenedettese? Stando alle considerazioni di Giuseppe Cameli, segretario della sezione Ds “Ettore Sciarra”, parrebbe proprio di sì. All’origine delle ottimistiche previsioni dell’esponente dei Democratici di Sinistra la recente, auspicata nomina di due dirigenti all’ospedale civile di San Benedetto: «L’arrivo nel nostro Ospedale di due stimati professionisti a dirigere i reparti di Medicina e Pronto Soccorso, rispettivamente il dr. Pierangelo Santori ed il dr. Paolo Grof, non può che farci piacere».

Per Cameli i meriti del cambio di rotta sono da ascrivere principalmente alla giunta Spacca e al dottor Petrone: «In quest’ultimo periodo c’è una maggiore considerazione delle necessità sanitarie del nostro ambito, e di questo ci sembra giusto ringraziare la Giunta Regionale ed il direttore di Zona dr. Giuseppe Petrone, che si stanno adoperando fortemente per il raggiungimento degli obiettivi prefissati ed il rilancio del servizio sanitario locale».

Per l’esponente diessino pensare al rilancio della sanità locale con l’obiettivo a lungo termine dell’area vasta non è più una chimera: «Noi crediamo che le premesse per un rilancio della sanità in ambito provinciale ci siano, anche grazie alla competenza ed alla determinazione del dr. Petrone nel dirigere l’area vasta tra Ascoli e San Benedetto, condizione indispensabile per il riequilibrio di tutta la sanità nel sud della Regione».

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 395 volte, 1 oggi)