SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Primo giorno da nuovo direttore sportivo della Samb per Maurizio Natali che nel primo pomeriggio ha raggiunto gli uffici di Viale dello Sport, dove, insieme al presidente rossoblu Gianni Tormenti, ha cominciato a lavorare per la costruzione della squadra che affronterà il prossimo campionato.
Sul taccuino di Natali, che mercoledì sarà all’Ata Quark Hotel di Milano per definire le prime operazioni di mercato, ci sono tanti nomi. Guardiamoli reparto per reparto.
PORTIERI L’intento è chiaro: affiancare alla “chioccia” Stefano Visi un giovane al quale far indossare la maglia numero 1.
La dirigenza rossoblu l’ha già individuato: si tratta dell’ex Primavera del Palermo Salvatore Sirigu (20 anni), che quest’anno con la prima squadra ha collezionato 2 presenze da titolare. «Siamo già d’accordo con il club siciliano – rassicura Natali – approfondiremo il discorso con giocatore e procuratore».
DIFENSORI Già avviati i contatti per le riconfermare Landaida, Varriale, Tinazzi e Michele Santoni. Discorso più complicato per Zammuto che, dopo essere stato riscattato dalla Juve, vuole B. Ma il diesse rossoblu è possibilista: «Ci voglio parlare, secondo me eventuali problemi si possono risolvere».
Assolutamente percorribile la strada che porta ad Alessandro Camisa. C’è l’intesa tra il Lecce, proprietaria del cartellino del difensore e la Samb. Occorrerà strappare l’ok al giocatore.
CENTROCAMPISTI Si sta lavorando per i ritorni di Giorgino (Lecce) e Iovine (Genoa). Avanzate le trattative per i centrocampisti Valerio Carboni (Lanciano) e Riccardo Cazzola (Pro Vasto). Il primo, che con i frentani è in scadenza di contratto, sarà a San Benedetto martedì, mentre sul secondo Natali dice: «Gli ho fatto una proposta, sto aspettando una sua risposta».
Difficile invece il ritorno di Massimiliano Carlini, che il Frosinone vuole tenere almeno fino all’inizio della Coppa Italia.
ATTACCANTI Data per scontata la partenza di bomber Morante – Natali in proposito ha detto: «Le società che lo vogliono devono farci delle proposte ufficiale» – la Samb sta vagliando un gran numero di attaccanti.
Sembra ritornato in auge il nome di Matteo Ardemagni, classe ’87, quest’anno prima al Perugia e poi, da gennaio, a Pizzighettone, ma di proprietà del Milan. «Speriamo di vincere la concorrenza delle numerose società che gli stanno dietro, sarebbe un bel colpo» è il Natali-pensiero.
Sul taccuino del diesse rossoblu ci sono anche la punta della Primavera del Palermo Davis Curiale – come per l’altro rosanero Sirigu c’è già l’accordo con il club siciliano – quella del Napoli (quest’anno ha giocato a Gallipoli) Raffaele Giglio, che piace parecchio a mister Ugolotti, e quella della Reggina (ma quest’anno ha giocato a Pisa) Fabio Giovanni Ceravolo (20 anni).
In stand by l’operazione – per niente facile – di Mirko Antenucci, sulle cui piste però c’è il Catania.
Altri giocatori che la Samb tiene d’occhio, «ma non rientrano tra le priorità» precisa Natali, sono Guerrino Gasparello del Rovigo e il colored della Juve Stabia, il francese Alain Pierre Baclet.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.370 volte, 1 oggi)