SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Oggi si completa uno dei progetti più cari a noi amministratori provinciali: dare ad una delle scuole più grandi ed attive del territorio, l’IPSIA di San Benedetto, un convitto di ottimo livello per accogliere gli studenti che, residenti in altre città o addirittura in altri Paesi, frequentano le sue sezioni. Nello stesso tempo, offrire alla città di San Benedetto e all’intera Riviera delle palme l’opportunità di articolare la proposta di strutture ricettive con un ostello pensato per i giovani ma non solo per loro, in grado di offrire ospitalità a prezzi contenuti ma con servizi paragonabili ai migliori alberghi».

Con queste parole l’assessore al patrimonio e all’edilizia scolastica della Provincia Ubaldo Maroni annuncia che, acquisite le autorizzazioni di legge, dalla metà di luglio e fino alla fine di agosto, il convitto dell’IPSIA di San Benedetto diventerà ostello. La struttura di viale dello Sport, che sarà gestita direttamente dalla scuola, dispone di 55 camere dislocate su due piani serviti da ascensore, quasi tutte con tre posti letto, accessibili ai disabili, ciascuna dotata di bagno, antibagno e balcone. Al piano terra trovano invece spazio una sala TV, una sala giochi, uffici, la cucina e la sala da pranzo per 180 persone.

L’edificio fu inaugurato nel settembre 2005 dopo circa 18 mesi di lavori durante i quali la Provincia spese quasi 1,8 milioni di euro per ampliare e ristrutturare uno “scheletro” adiacente alla scuola rimasto incompiuto per decenni.

«Voglio pubblicamente ringraziare la dirigente scolastica dell’IPSIA Graziella Pallottini – aggiunge Maroni – che con determinazione, superando tante difficoltà, è riuscita in pochissime settimane ad ottenere tutte le autorizzazioni necessarie. Sono certo che il personale dell’IPSIA metterà a disposizione anche dei turisti la sua consueta professionalità per offrire un servizio di ottimo livello a coloro che sceglieranno questa sistemazione per trascorrere le vacanze in Riviera».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 785 volte, 1 oggi)