SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il coordinamento di Azione giovani della riviera ha promosso una raccolta di firme contro l’istituzione delle zone blu sul lungomare. Oltre 300 le adesioni raccolte finora.
«Da una immediata stima – ha dichiarato il coordinatore Diego De Blasi – si potrebbe evidenziare un primo dato di fatto: 3 firme su 5 sono soprattutto bocciature sonore da parte dei nostri turisti, e alcuni di questi mi hanno riferito di non scegliere la nostra riviera come meta di vacanze per l’anno prossimo. L’amministrazione di centro sinistra deve imparare la lezione di economia: San Benedetto ha un indice di prezzi al consumo che supera di gran lunga quello di altre realtà turistiche: se poi abbiamo l’intenzione di persistere con i “sacrifici” delle zone blu, tanto per parafrasare le parole del sindaco, allora l’economia pubblica cittadina parlerà chiaro alla bilancia dei conti: meno presenze turistiche e piu aumenti della pressione fiscale da parte del Comune per poter reperire le coperture finanziarie necessarie per i target di governo».
Nel fine settimana la petizione continua con una postazione installata in corso Moretti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 776 volte, 1 oggi)