SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Legno, tempera, sabbia, terracotta, pigmenti per far materializzare le proprie immagini, a metà tra artificiale e naturale. Attraverso bassorilievi e altorilievi, Iginio Iurilli infonde la vita a forme, a volte spiraliformi ed evocatrici di organismi che provengono dal fondo degli oceani. 

Nel mondo sottomarino dell’artista forme sinuose ed aperte danno vita a motivi plastici di tipo seriale, seguendo quei criteri assoluti che condividono con il principio sistemico della natura stessa.

Sistemico è il gesto artistico di Iurilli che nel creare attraverso i suoi lavori una morfologia della bellezza, sembra attuare al tempo stesso un metodo per conoscere il significato dei fenomeni. Altorilievi e bassorilievi partecipi di un processo cognitivo che fa coincidere la percezione di un fenomeno originario e la sua descrizione.

Metamorfosi permamente, complessità di forme naturali che, nelle opere di Iurilli se pur sembrano identificative di un caos, in realtà rappresentano equilibrio e regolarità, ripetizione circolare e ciclica.

La mostra, che rimarrà aperta fino al 30 luglio, verrà inaugurata sabato 30 giugno alle ore 19.00 presso la sede della Galleria Artsinergy, via Toti 120. Ingresso libero. Orari: dal martedì al venerdi dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 950 volte, 1 oggi)