SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’assessore all’Ambiente Paolo Canducci preme sull’acceleratore e chiede alle autorità competenti di verificare nei minimi dettagli la conformità e la sicurezza del cantiere Calabresi.
Controlli sulla demolizione dell’ex cinema e teatro sono stati eseguiti da Vigili Urbani, Arpam (agenzia regionale per la protezione ambientale) e Ispettorato del lavoro. Questi ultimi due enti devono ancora far pervenire i risultati al Comune.
Canducci afferma di aver predisposto queste verifiche approfondite giorni fa, all’inizio dei lavori, ma di non averlo reso noto per tutelare i controlli. Molte sono state le segnalazioni e le richieste di intervento da parte dei cittadini.
«Vogliamo essere certi della non nocività dei lavori – l’assessore pensa forse al rischio amianto ventilato da qualcuno, ndr? – e del corretto smaltimento dei materiali inerti».
L’assessore dà poi una sua interpretazione della vicenda: «Se si può dire che la politica ha fallito, allora questo è successo per non aver ancora approvato il regolamento per l’occupazione del suolo pubblico. Gli uffici tecnici del Comune finora non hanno avuto nessuna norma utile per impedire un cantiere di quel tipo, in centro e durante l’estate».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.155 volte, 1 oggi)