OFFIDA – Ad Offida l’opposizione è viva e si fa sentire. Il gruppo di minoranza Il circolo, per voce dei consiglieri comunali Massimo Vagnoni e Giancarlo Premici, si è rivolto, oltre che alla polizia municipale e alla protezione civile del paese, alla provincia di Ascoli Piceno per chiarire le competenze comunali riguardo la messa in sicurezza delle strade provinciali che attraversano il centro abitato.
Questa in sintesi la risposta dell’ingegner Paolo Tartaglini, dirigente del servizio Viabilità ed Infrastrutture della Provincia di Ascoli Piceno, riguardo i punti messi in questione dall’opposizione comunale: il comune deve provvedere a risolvere il pericolo viabilità in alcune zone del paese (Borgo Leopardi, Viale IV Novembre, via della Repubblica, via Martiri della Resistenza, Borgo Cappuccini, Via Cavour); regolarizzare gli attraversamenti pedonali e i parcheggi; regolamentare l’incrocio, la rotatoria e lo spazio del parcheggio in Borgo Leopardi; adoperarsi per la messa in sicurezza della curva di viale Berlinguer.
Ma l’operato dell’opposizione offidana non finisce qui. Il gruppo vuole più trasparenza dal comune e risposte più concrete riguardo ai problemi del paese, invitando l’amministrazione comunale ad utilizzare le risorse economiche per i problemi più urgenti e non in azioni pre-elettorali. «Nell’epoca degli slogan – leggiamo nella nota diramata da Il circolo – proviamo a crearne uno nuovo: “Sicuroffida“: più sicurezza e meno feste».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 402 volte, 1 oggi)