ROMA – Federturismo Confindustria ha sposato pienamente le direttive indicate dall’ITB Italia in materia di pertinenze demaniali, e, tramite il suo Presidente nazionale Costanzo Jannotti Pecci, ha richiesto un incontro con Ettore Figliolia, Capo del Gabinetto del Vicepresidente del Consiglio dei Ministri, Francesco Rutelli, nonché Ministro del Turismo, per meglio valutare la problematica relativa alle stesse.

L’ultima Finanziaria infatti, pur recependo le indicazioni di ITB Italia – Federturismo in materia di canoni demaniali (stralcio del cosiddetto “supercanone” che prevedeva l’aumento del 300%), rischia di creare un eccessivo carico nei confronti degli imprenditori balneari titolari di “pertinenze demaniali”, ovvero concessioni demaniali di proprietà dello Stato. Queste, secondo il disposto della Finanziaria, rischiano di arrivare a pagare anche il 1200% in più rispetto ai canoni demaniali degli anni passati.

Per evitare che ciò avvenga, Jannotti Pecci ha inviato la richiesta di incontro al Capo del Gabinetto Figliolia: «Lo scopo» si legge nella nota di Iannotti Pecci, «è quello di esporre l’esigenza di numerosi imprenditori, che utilizzano le pertinenze demaniali marittime loro concesse in modi diversificati, per modalità di utilizzo e durata (stabilimenti stagionali o annuali, stabilimenti di balneazione diurna o che proseguono la loro attività in orario serale o notturno), di illustrare le caratteristiche specifiche delle loro attività con l’aspettativa che sia loro riconosciuta tale diversità».

Tali aspetti (diversificazione per stagionalità, orario di apertura, servizi alla clientela) erano stati oggetto di discussione già lo scorso 10 giugno, quando una delegazione dell’ITB Italia, guidata dal Presidente nazionale Giuseppe Ricci, ha discusso con i funzionari nazionali dell’Agenzia del Demanio, proponendo le soluzioni riprese da Jannotti nella sua lettera, nella quale si fa presente che vi è «la richiesta di un incontro degli operatori balneari, rappresentati all’interno del nostro sistema dall’Associazione Imprenditori Turistici Balneari».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 938 volte, 1 oggi)