ACQUAVIVA PICENA – Avvio segnato da momenti di confronto aspro, per la nuova amministrazione Infriccioli. Durante il primo consiglio comunale di mercoledì 13 giugno (ore 21), diversi sono stati i momenti di “screzio” tra maggioranza e opposizione. Uno degli argomenti sollevati dalla minoranza ha riguardato le indiscrezioni sulla composizione della nuova giunta, che il settimanale Riviera Oggi e il giornale Sambenedettoggi.it hanno pubblicato in anteprima.
Tuttavia, essendo chiamati in causa, chiariamo il “mistero di Pulcinella”: tutti, ad Acquaviva, erano a conoscenza della composizione della giunta. Per i giornalisti scrivere informazioni che sono sulla bocca di tutti non rappresenta certo uno scoop di difficile realizzazione.
A scaldare ancora l’ambiente ci ha pesato il neo assessore all’Urbanistica Sgariglia che nel suo intervento ha fatto riferimento a dei manifesti, da lui ritenuti poco gradevoli, comparsi in campagna elettorale e sottoscritti dalla Margherita.
Pacato e orientato a riportare la calma è stato l’intervento del neo vice sindaco Compagnoni che ha assicurato una amministrazione trasparente e fattiva e auspica un’opposizione seria, non orientato allo scontro tra le due fazioni ma al bene del paese.
Tutto è poi continuato nella più assoluta tranquillità, con il disbrigo dell’ordinaria amministrazione.
Come più volte abbiamo segnalato non c’è delega per la partecipazione: riteniamo sia un’occasione persa, perché dare un segnale evidente verso questa direzione è indubbiamente importante per tutta la cittadinanza e in particolar modo i giovani che, così si possono avvicinare all’amministrazione della cosa pubblica. Facciamo notare che tutta la maggioranza era presente mentre nell’opposizione bisogna registrare l’assenza del consigliere regionale Sandro Donati che ci risulta sia in procinto di dimettersi.

Nella maggioranza, invece, confermata l’esclusione dalla compagine assessorile di Andrea Infriccioli, il quale dovrebbe avere soltanto il ruolo di capogruppo della maggioranza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 569 volte, 1 oggi)