SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nei giorni scorsi il sindaco Gaspari ha già incontrato alcuni rappresentanti delle categorie turistiche, tuttavia Giuseppe Ricci, presidente dell’ITB-Federturismo, ha richiesto al primo cittadino un ulteriore incontro, circa tre argomenti che interessano la categoria degli imprenditori turistici balneari: oltre che il tema dei parcheggi a pagamento, affrontato martedì scorso, Ricci chiede di avere lumi circa la situazione dei risciò, che il sindaco Gaspari vuole bandire dal lungomare (sia nuovo che vecchio) di San Benedetto, e sulla Beach Arena, ovvero la struttura che ospiterà gli eventi sportivi nella zona ex camping. Sarà la Confesercenti ad organizzare quest’ultima iniziativa, e l’ITB chiede «se effettivamente l’arena sponsorizzata dal Comune nell’area ex camping sarà dotata di un’area ristoro».
Riguardo i parcheggi a pagamento, nell’incontro di martedì scorso, oltre che Giuseppe Ricci dell’ITB, erano presenti rappresentanti della Confcommercio, della Confesercenti e dell’Assoalbergatori.
Tra le proposte del Comune di San Benedetto, alcune ancora allo studio, vi sono state: la gestione dei “grattini” assegnata alle stesse associazioni; la conferma dell’introduzione del “grattino” di 2 euro per cinque ore (con conseguente, logica, “estinzione” del “grattino” da cinque euro per l’intera giornata); la possibilità di far pagare l’abbonamento, ai residenti ad est della ferrovia (per lo meno nelle zone di via Trento e via Volta) di 30 euro per l’intera stagione. L’amministrazione comunale, per quanto riguarda queste zone, ha anche paventato l’introduzione di zone blu nelle due via suddette, ritenendo che, in questo modo, potesse terminare la “caccia” alle zone di posteggio gratuito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 612 volte, 1 oggi)