SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo un anno di pausa riprende l’iniziativa “Scultura Viva”, il laboratorio internazionale di scultura promosso dall’associazione L’AltrArte in collaborazione con il comune di San Benedetto: dal 23 al 30 giugno il molo sud si trasformerà in un museo a cielo aperto, dove cittadini e turisti potranno ammirare decine di massi scolpiti da 8 artisti provenienti da tutta Europa.

«L’iniziativa è radicata nel territorio – ha affermato l’assessore alla cultura Margherita Sorge durante l’incontro con il presidente dell’Associazione Albergatori, Pericle Guidotti, e il direttore artistico dell’evento Piernicola Cocchiaro – ed è necessaria per valorizzare le bellezze del molo attraverso la bravura di questi artisti».

Il rilancio di questa manifestazione è costato al Comune circa 18 mila euro, soldi in maggior parte spesi per gli artisti che accorreranno, come ha voluto precisare Cocchiaro: «Questa manifestazione non è un concorso e gli artisti che parteciperanno sono ospiti. Con questa somma quelli che provengono dall’estero riceveranno quasi un rimborso spese di circa 1000 euro cadauno».

Dunque, dal 30 giugno tutti potranno ammirare le nuove 8 sculture – che si uniranno alle 80 già presenti – ad opera di Filomena Almeida dal Portogallo, Noemi Arrocha Reyes dalla Spagna, Anne Cornil dal Belgio, James Gannon dall’Irlanda, Gualtiero Mocenni e Giuseppe Straccia dall’Italia, Uladzimir Pantsialeyeu dalla Bielorussia e Yury Tkachenko dalla Russia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 631 volte, 1 oggi)