ALBA ADRIATICA – La seduta consiliare di mercoledì sera ha sancito la fine dell’amministrazione Caserta. Dopo molteplici tentativi di attenuare le asperità da tempo sorte tra i componenti della maggioranza per l’attuazione del Piano Spiaggia, mercoledì sera 11 consiglieri e il Presidente del consiglio comunale Cesare Di Felice (Sdi), hanno rassegnato le dimissioni, provocando la caduta dell’amministrazione comunale.
Il sindaco Valerio Caserta ha sottolineato l’assoluta mancanza di responsabilità politica e dignità amministrativa del presidente del consiglio comunale Cesare Di Felice, che con le sue dimissioni e la conseguente caduta della giunta, ha arrecato un grave danno alla città di Alba Adriatica. Il commissario prefettizio, che sarà nominato nei prossimi giorni, avrà il compito di governare nei mesi cruciali della stagione estiva, con la conseguenza che molti programmi e iniziative già prestabiliti non potranno più avere svolgimento.

«Il piano spiaggia – ha dichiarato l’ormai ex sindaco – alla fine era stato condiviso da dieci componenti della maggioranza. Avevamo trovato un accordo nelle ultime ore, ma paradossalmente colui che era assente nelle varie riunioni, senza giustificazioni di sorta, ha decretato la fine di questa amministrazione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 834 volte, 1 oggi)