SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il piano di riorganizzazione dell’Azienda Multiservizi all’ordine del giorno del consiglio comunale. Il consigliere di An Luca Vignoli chiede quale sia la posizione retributiva del nuovo direttore Fabrizio Pignotti (stipendio mensile progredito da 1300 a 1550 euro) e auspica che il nuovo Cda nominato da Gaspari risolva gli ormai annosi contrasti fra una parte degli operai e la dirigenza. «Per noi è prioritaria la tutela di quei lavoratori», è stata la posizione di Vignoli.

Il sindaco ha detto che la riorganizzazione è in fase di discussione con i sindacati e che Provincia di Ascoli e Comune di Monteprandone acquisteranno una quota ancora da specificare del capitale sociale.

«Quale risposte si daranno alle richieste dei sindacati e alle vertenze in corso? In queste condizioni non ci sembrava una priorità la nomina di un nuovo direttore», ha insistito Vignoli.
Durante l’amministrazione di centrodestra l’azienda municipalizzata ha avuto un notevole incremento di personale e una riorganizzazione delle aree operative, con l’aggiunta dei servizi di manutenzione della pubblica illuminazione, il potenziamento del controllo caldaie e la creazione di una squadra fissa per la segnaletica stradale cittadina. Dopo i primi tre anni come presidente nominato dall’ex sindaco Martinelli, Salvatore Nico è stato confermato sulla poltrona di responsabile aziendale anche da Gaspari.

«L’incremento del personale fa funzionare meglio dei servizi fondamentali per una città – afferma Vignoli – ora speriamo che vengano usate al meglio le competenze del personale che c’è già, evitando figuracce come quella recente sui cartelli incompleti nelle zone blu del lungomare».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 895 volte, 1 oggi)