SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il pronto intervento della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto ha evitato al marinaio a bordo del motopeschereccio “Padre Candido”, a circa 35 miglia al largo dalla città delle palme, conseguenze peggiori.
Il marinaio, infortunato, alle 4.17 di venerdì 15 giugno, segnalava la necessità di aiuto alla Guardia Costiera, che subito si attivava per intervenire: disposto l’immediato allertamento della motovedetta CP 843, in servizio continuativo, 24 ore su 24, per le emergenze in mare, e del personale del 118 da imbarcare sulla unità della Guardia Costiera. In un ora e 20 minuti, grazie anche alle favorevoli condizioni meteomarine, gli uomini della Capitaneria erano sul posto.
Alle 5.59 la motovedetta affiancava il motopeschereccio e provvedeva al trasbordo del marittimo per il successivo trasporto nel porto di San Benedetto.
Alle ore 7.45 l’uomo giungeva alla banchina antistante l’ingresso al Circolo Nautico Sambenedettese per l’immediato trasporto presso il locale ospedale a mezzo dell’ambulanza del servizio 118.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 795 volte, 1 oggi)