SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La formazione Giovanissimi della Sambenedettese Calcio stangata dal Giudice Sportivo.
Tutto prevedibile: l’epilogo al vetriolo della partita dello scorso 2 giugno contro la Triestina che è costata ai rossoblu l’esclusione dalle finali nazionali, lasciava ampiamente presagire la mano pesante della giustizia sportiva. A scatenare il parapiglia finale, lo ricordiamo, la punizione assegnata agli ospiti e molto contestata dai locali.
Il Giudice Sportivo, in base al referto dell’arbitro dell’incontro, ha squalificato fino al 6 agosto il tecnico Luigi Voltattorni e fino al 3 dicembre l’accompagnatore della squadra Lucidi e il dottor Piemontese. Di minore durata, ma comunque considerevoli, i turni di stop a carico di alcuni calciatori rossoblu: Marco Falà (4), Mirko Sprecacà (4) ed Enrico Lucidi (2).
Infine è stata comminata una multa pari a 100 euro alla società. Univoca le motivazioni alla base dei provvedimenti adottati: “comportamento irriguardoso’ tenuto dagli atleti e tecnici rossoblu nei confronti del direttore di gara e di alcuni giocatori ospiti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.560 volte, 1 oggi)