SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Samb, capitolo direttore sportivo. Gianni Tormenti, tornato dagli Emirati Arabi, si è rimesso subito al lavoro. Per la giornata di giovedì sarebbero in programma diversi appuntamenti con i papabili a sostituire Peppino Pavone, che così bene ha fatto nel corso della sua permanenza in riva all’Adriatico.
Rispetto a quanto scritto su queste pagine nei giorni scorsi non ci sono grosse novità: restano due i maggiori candidati, vale a dire l’ex Ternana Guglielmo Acri, libero da impegni in questo momento e forte dal rapporto che lo lega a mister Ugolotti, con il quale ha già lavorato a Roma e Acireale; e il direttore generale del Varese Sean Sogliano, nome consigliato ai Tormenti dal general manager del Milan Ariedo Braida.
SIAMO ALLA STRETTA FINALE? Secondo indiscrezioni l’imprenditore di Martinsicuro giovedì incontrerà Acri, che pare favorito rispetto a Sogliano, con il quale invece Tormenti dovrebbe sentirsi nella giornata di sabato.
Sia come sia entro il fine settimana la dirigenza vorrebbe prendere una decisione, magari da ufficializzare nella giornata di lunedì, quando a San Benedetto torneranno per ritirare gli stipendi e firmare le liberatorie sia mister Ugolotti che i calciatori protagonisti della scorsa stagione.
LE PRIME MOSSE La prossima settimana quindi sarebbe quella buona per iniziare a intavolare le prime trattative di mercato e risolvere le questioni delle comproprietà (entro il 20 del mese; Diagouraga, Fragiello, Iovine, Zammuto e Giorgino su tutti) e degli eventuali contratti da discutere (Morante).
Verrà inoltre definita la sede del ritiro, che a meno di sorprese sarà Montalto Marche. A tale proposito i Tormenti e Ugolotti hanno già in programma un “sopralluogo”.
Altro nodo da sciogliere quello del preparatore dei portieri dopo la partenza per Palermo (tornerà a lavorare di nuovo con mister Colantuono) di Mariano Coccia. Saranno invece confermati il “secondo” Andreozzi e il preparatore atletico Vagnini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 880 volte, 1 oggi)