PORTO SANT’ELPIDIO – Amat, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche, Civitanova Danza, i Comuni di Porto Sant’Elpidio e Treia danno vita sabato 16 giugno alla quarta edizione di “Danzando per le Marche”.

Un “microfestival”, micro perché sarà “solo” un’intera giornata ad ospitarne lo svolgimento di questa rassegna sulla danza contemporanea italiana. Alcuni teatri del territorio marchigiano ospiteranno i lavori di tre compagnie, mentre il pubblico si dirigerà da uno spettacolo all’altro su di un pullmann. Tutti gli spettacoli sono in prima ed esclusiva regionale.

Agli spettatori vengono proposte due modalità per seguire la manifestazione: un abbonamento ai 3 spettacoli + bus navetta a euro 15,00, mentre per il singolo spettacolo è previsto un prezzo d’ingresso di euro 8,00. (Informazioni: Amat tel. 071 2072439. Vendita biglietti on line su http://www.amat.marche.it/.).

Prima tappa sarà al Teatro Comunale di Treia (ore 16) dove la coreografa Laura Balis della Compagnia Corta Sconta si esibirà nel duetto Jam session in compagnia di Corte Sconta, eseguito da Franco Reffo e Midori Watanabe, accompagnato da musica dal vivo.

Dopo Treia il “pullman della danza” farà sosta al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche dove alle ore 18 sarà in scena la Compagnia di Simona Bucci, che allestirà la fase finale dello spettacolo Arresi alla Notte, coprodotto da Civitanova Danza e Amat che debutterà in prima assoluta alla Biennale di Venezia il 23 giugno.

In conclusione una novità: per la prima volta il microfestival allarga il suo territorio e raggiunge il Teatro delle Api di Porto Sant’Elpidio (ore 21,30). La compagnia Botega porterà in scena Ostro, coreografato e diretto da Federica Angelozzi e da Enzo Celli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 615 volte, 1 oggi)