COLONNELLA – La procura di Teramo indaga sul Comune di Colonnella per presunti abusi edilizi e il rilascio di licenze edilizie sospette. L’inchiesta, partita tempo fa in seguito alla denuncia di un privato cittadino, ha portato gli agenti della Digos di Teramo presso gli uffici della sede comunale. Inizialmente sono stati sequestrati fascicoli e documenti dall’ufficio Tecnico, poi per ulteriori controlli sono stati prelevati anche i computer dello stesso ufficio ed è stato sequestrato anche il computer portatile del sindaco Marco Iustini.

Al vaglio degli inquirenti ci sono file e documenti sospetti, sui quali si indaga per cercare le presunte iregolarità. «Sono tranquillo, dato che non c’è nulla da nascondere» ha dichiarato il sindaco Iustini, cercando di stemperare una polemica che, a suo avviso, è stata sollevata in maniera del tutto gratuita.

Tra i corridoi del Comune, ad ogni modo, il sospetto di irregolarità ancora persiste, alimentato anche dalle improvvise dimissioni volontarie presentate da un impiegato amministrativo dell’ufficio Urbanistica del territorio. I computer sequestrati sono stati riconsegnati dalla Digos dopo tre giorni, ora si attende l’esito delle indagini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.124 volte, 1 oggi)