SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il segretario dell’unione comunale dei Ds Felice Gregori esprime il suo totale appoggio per l’istituzione dei parcheggi a pagamento sul lungomare da parte del sindaco Gaspari.
«Nonostante i trionfalismi dei flop annunciati, tutto va secondo le previsioni. Le prime due domeniche credo che abbiano messo in evidenza che i parcheggi sul lungomare, prima che entrasse in vigore il provvedimento, venivano occupati in via prevalente dai residenti che anziché spostarsi in bici per andare al mare preferivano prendere la macchina per andare a godersi il meritato riposo sulla nostra incantevole spiaggia. Ma non è che allora il sindaco ha ragione? – si chiede Gregori – se questo provvedimento significa invitare la gente ad adottare uno stile di vita diverso ben vengano le iniziative di questo tipo che mirano a indirizzare una comunità a ragionare in modo diverso e godere nel modo migliore delle bellezze della nostra città rendendola più vivibile. Vorrei ricordare che le scelte importanti non sono sempre indolori o popolari: ricordate l’istituzione dell’isola pedonale in Viale Secondo Moretti?».
A fronte di polemiche definite “sterili e stucchevoli” da Gregori, «amministrare è sicuramente un mestiere difficile ma chi amministra ha l’obbligo di assumersi delle responsabilità e il giudizio del suo operato è demandato alla gente al momento del voto.
Ora – continua Gregori – credo che il sindaco Gaspari, insieme alla sua giunta, di coraggio ne stia dimostrando e molte scelte effettuate possono essere condivise o meno ma sicuramente mostrano una idea di come si vuole che sia questa città e questo territorio». Sempre secondo Gregori, il centrodestra non ricorderebbe lo «spettacolo indecoroso di cui si è reso attore fino a due anni fa, facendo assunzioni clientelari e dismettendo attività redditizie come la farmacia comunale».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 582 volte, 1 oggi)