MARTINSICURO – Si terrà nei prossimi giorni l’incontro del sindaco di Martinsicuro Abramo Di Salvatore con i dirigenti dell’Aipa, la società che gestisce i parcheggi a pagamento sul lungomare truentino. L’intento è quello di una negoziazione su una eventuale parziale rimozione dei parcheggi a pagamento e di una loro sostituzione con zone di sosta gratuita.

La rimozione dei parcheggi blu è stato uno dei temi portanti della campagna elettorale del centrodestra, e ora Di Salvatore sta valutando tutte le clausole legali alle quali potrà fare riferimento per cercare di modificare il contratto triennale che l’Aipa ha stipulato l’anno scorso con la precedente amministrazione Maloni, e che scadrà il 30 settembre 2008. Per perorare la causa dei parcheggi gratuiti il primo cittadino farà ricorso all’esposizione di una recente sentenza della Corte di Cassazione, secondo cui, nelle immediate vicinanze delle aree di sosta a pagamento vanno previste anche zone a parcheggio libero.

Se l’incontro porterà ad un accordo, da entrambe le parti si dovrà rinunciare a qualcosa: nel caso in cui l’Aipa riduca le strisce blu, ci sarà anche un minore introito sulla percentuale che il Comune incassa dalle soste a pagamento.

Gli aspetti finanziari della questione sono al vaglio dell’amministrazione comunale: nel 2007 l’ente ha incassato circa 40 mila euro dalla gestione delle strisce blu, a cui si aggiungono oltre 4.500 contravvenzioni da 35 euro l’una che i vigili urbani hanno staccato per mancato pagamento. Di questa somma un terzo è di pertinenza del concessionario, mentre quello che resta è incamerato dal Comune.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 451 volte, 1 oggi)