SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Recentemente uno dei 18 operatori commerciali del mercatino di Via dei Mille e Via Bellini si è rivolto all’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune per segnalare la presenza di numerosi ratti proprio nel palmeto, che non è di proprietà comunale. «Il proprietario ha diffidato il Comune dal fare la manutenzione ordinaria del palmeto – ci dicono dall’Urp – perciò ora dobbiamo fare una segnalazione alla Polizia Municipale che poi potrà intimare al proprietario di provvedere alla manutenzione e alla derattizzazione».
«Noi siamo soddisfatti di lavorare in Via dei Mille e Via Bellini, ma vorremmo che l’amministrazione comunale ci stia più a fianco», ci dice qualche giorno dopo Carmine Chiodi, rappresentante degli operatori commerciali che gestiscono le bancarelle spostate nel 2006 dal lungomare e disposte sui marciapiedi ai lati del palmeto di via dei Mille.
Chiodi ha incontrato il sindaco Gaspari e prima di lui i tecnici comunali Farnush e Laureati. I commercianti chiedono la chiusura al traffico di Via Bellini. Dice Chiodi: «Spesso le auto passano contromano, noi saremmo molto favorevoli a rendere isola pedonale quel tratto di Via Bellini».
Poi una serie di richieste, per le quali il Comune avrebbe già manifestato disponibilità anche se, precisa Chiodi, «è passato più di un mese e non è stato fatto ancora nulla».

Nel dettaglio: spostare di qualche metro la fontanella sul lato ovest del palmeto; installare due fari fuori dall’area privata per controllarla dato che di notte sarebbe una specie di terra di nessuno; pulire più spesso l’area verde e potare le palme (su queste tre ultime proposte, a dire il vero, c’è da scommettere che siano d’accordo anche i residenti); installare due torrette agli ingressi del mercatino, per darne una migliore immagine e delimitarne visivamente i confini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 606 volte, 1 oggi)