CASTEL DI LAMA – Sfuma il sogno della promozione in Seconda Categoria per il Città di Castel di Lama.
Amaro il responso della finalissima del girone M di Terza Categoria, giocata sabato 2 giugno sul neutro di Piane di Morro: davanti a più di 300 spettatori la Maltignanese si è imposta per 2 a 0.
La gara è stata caratterizzata da un gioco poco brillante da parte delle due squadre che, evidentemente, hanno sentitpo il peso della posta in palio. La Maltignanese, aiutata dal terreno allentato dalla pioggia, ha trovato due gol nei primi 7 minuti con due tiri da oltre 25 metri che hanno sorpreso il pur bravo portiere lamense.
Per il Castel di Lama il match si è subito messo male, tanto che i rosanero non sono riusciti a recuperare lo svantaggio nei restanti minuti, nonostante il grande impegno e le occasioni create.
Inutile sottolineare la delusione dei lamensi, che pure, va detto, nel primo campionato disputato, sono andati oltre le più rosee aspettative, imponendosi all’attenzione generale come vera sorpresa del girone M di Terza Categoria, dopo aver terminato la stagione regolare al secondo posto e aver superato, nella semifinale play off, i “cugini” del Villa 2001.
Merito dunque di mister Pino Giorno, del presidente Gaspare Tacconi, che ha accettato, la scorsa estate, una scommessa chiamata Città di Castel di Lama, e di tutti i giocatori. E  proposito dei protagonisti sul campo dell’annata rosanero, Andrea Perugini sabato scorso a fine partita, dopo aver ringraziato i tanti tifosi che anche stavolta hanno incitato la formazione lamense, ha giurato che la lotta per la promozione riprenderà con l’inizio della prossima stagione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 722 volte, 1 oggi)