SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ iniziato in casa Samb il valzer delle cariche dirigenziali e tecniche. Per quanto riguarda il prossimo mister non ci dovrebbero essere problemi: la sensazione è che Guido Ugolotti finirà per accettare il contratto biennale offertogli dalla dirigenza rossoblu. La quale sa benissimo che andrebbe bene a chiunque salirà sulla cattedra della direzione sportiva.
E’ ormai assodato infatti che l’incarico di Direttore Generale verrà assorbito dalla famiglia Tormenti. «Abbiamo maturato l’esperienza necessaria», ha detto recentemente il massimo dirigente.
Per il ruolo di Ds (se Pavone lascerà l’incarico) i nomi dei papabili non sarebbero tanti, direi due. Enzo Nucifora e Andrea Iaconi. Se il primo finirà a Pescara dove è apprezzato dalla nuova dirigenza, il ritorno del giuliese Iaconi non sarebbe improbabile. Due vecchie conoscenze della piazza sambenedettese che ricordano due epoche differenti e controverse.
Nucifora ha partecipato, in qualità di dirigente, ai periodi più belli della storia rossoblu, sempre in serie B tranne il torneo 1980-81. Nel suo curriculum fuori porta ben sei promozioni dalla C1 alla B e qualche annata così, così. I numeri sono numeri.
Iaconi (il fratello di Ivo, tecnico del Frosinone) ha raggiunto la massima notorietà proprio con la Samb ma nel periodo più buio della storia rossoblu. La sua esperienza si concluse con la radiazione della Sambenedettese Calcio ma anche dopo aver allestito un’ottima squadra che, senza i problemi societari, avrebbe sicuramente raggiunto la serie cadetta. Promozione che gli è riuscita due volte nel Pescara Calcio.
Insomma, destini che potrebbero di nuovo incrociarsi sull’asse abruzzese-marchigiano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.233 volte, 1 oggi)