SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Pausa di riflessione», «grande confusione». Queste le parole d’ordine dell’opposizione di centrodestra, che a quattro giorni dall’entrata in vigore dei contestati parcheggi a pagamento sul lungomare chiede di aprire una discussione in sede di commissione consiliare Viabilità, invocando revisioni sostanziali del provvedimento. Gabrielli di Forza Italia propone di dimezzare l’area a pagamento sul lungomare, riducendola solo al lato ovest. «Meglio ancora sarebbe prendere esempio dal nuovo sindaco di Martinsicuro, che ha abolito le zone blu sul litorale».
Piunti sostiene che la parte più a nord del lungomare andava lasciata con la sosta gratuita.
«Non si può negare che questa novità rappresenterà un deterrente per coloro che si recano in spiaggia dai paesi dell’entroterra».

Va detto che in questi primi giorni di zone blu i Vigili Urbani non hanno calcato la mano sugli inadempienti, su esplicita richiesta del sindaco. Ancora nessuna multa, dunque. Questi primi giorni insomma sono serviti per testare la reazione della cittadinanza e dei turisti. Si spera che servano anche per limare alcuni aspetti problematici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 803 volte, 1 oggi)