SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con il prossimo anno scolastico i vecchi buoni pasto andranno “in pensione” per essere sostituiti da un tesserino elettronico che sarà dato a ogni bambino delle scuole d’infanzia e primarie.

Si tratta della Junior Card, tessera simile al bancomat alla quale sono associati tutti i dati dell’utente, la scuola, la classe, il tipo di dieta prevista, la fascia tariffaria, e il numero di buoni pasto ricaricabili di volta in volta; ovviamente, per prenotare il pasto, l’alunno dovrà passare giornalmente la card sugli appositi lettori.

«È un progetto che si inserisce nell’informatizzazione del servizio mensa, così come promosso da altri comuni della Provincia – afferma l’assessore Margherita Sorge, promotrice del progetto – i vantaggi per le famiglie sono vari: le card sono a costo zero, il numero dei pasti potrà essere ricaricato non in Comune, come avveniva per i vecchi buoni pasto, ma presso l’Economato, la delegazione municipale di Porto D’Ascoli, nelle attività commerciali vicino alle scuole oppure on-line».

Ad ogni famiglia verrà spedito un modulo d’iscrizione che dovrà essere riempito e consegnato in Comune in modo da poter partire con la distribuzione delle card per il 24 settembre 2007.

L’importo minimo di ricarica sarà trenta euro e il pasto potrà essere prenotato anche se il credito residuo è nullo o negativo: la card, infatti, registra anche i numeri di buoni pasto “a debito” e alla prima ricarica il credito residuo viene sempre aggiornato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 904 volte, 1 oggi)