FERMO – Resta delicata, a due sole giornate dalla conclusione del torneo, la posizione della Pallanuoto Delphinia che, per sperare nella salvezza, dovrà mettere in cascina 6 punti.
A Fermo i rossoblu, dopo la disfatta di Pescara (20-4 in favore della Polisportiva Bustino), hanno agguantano la Idor solo a pochi secondi dalla fine dell’incontro. Senza il punto guadagnato la situazione sarebbe stata ancora più complicata.
Delphinia aggressiva a inizio partita: Bruni apre le marcature, ma prontamente arriva la risposta fermana. Numerose la azioni offensive delle due squadre, soprattutto da parte ospite. Scontata conseguenza il gol del nuovo vantaggio sambenedettese grazie a Del Zompo.
Secondo tempo. Parte ancora alla carica la squadra di coach Garbati, ancora con Del Zompo marcatore. Fermo accorcia le distanze sfruttando la propria boa in attacco. La Delphinia, con un uomo in più, realizza con Leli (che ha giocato con un dito rotto l’intero incontro) e sembra poter prendere il largo con Cacciagrano. Sulla situazione di 5 a 2 a proprio favore, i sambenedettesi si ritrovano ancora in attacco, per di più in superiorità numerica. Un passaggio sbagliato però regala ai fermani un pallone d’oro prontamente sfruttato. Si va al riposo sul 5-4 per la Delphinia.
Il terzo parziale si apre con un batti e ribatti tra attacco e difesa per entrambe le squadre, fino alla realizzazione di Leli (6-4). Nuova occasione, a pochi secondi dal gol, di superiorità numerica, ma, come avvenuto in precedenza Maduli e soci perdono ingenuamente palla lasciando realizzare i padroni di casa. Seguono altre due reti per la rimonta con sorpasso (7-6) di martca fermana.
La Delphinia, consapevole che una sconfitta li condannerebbe alla retrocessione automatica, giocano il tutto per tutto. È ancora Del Zompo a riaccendere le speranze. I fermani sfruttano una superiorità numerica e ritornano in vantaggio (8-7). Fermo si porta poi a +2 a meno di due minuti dal termine.
La Delphinia si butta in avanti e ottiene un rigore, realizzato da capitan Marchionni. A 20 secondi dalla conclusione, dopo aver rubato palla ai padroni di casa, Cacciagrano firma il 9-9 finale.
Il prossimo impegno per i rossoblu alla piscina comunale di Ascoli contro il Simply Pescara.
Per la Delphinia in acqua: Di Fulvio, Leli (2), Damiani, Marcelli, Marchionni (1), Bruni(1), Maduli, Spinucci, Del Zompo (3), Cacciagrano (2), Castelletti, Lunetti, Bianconi

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.113 volte, 1 oggi)