SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con il nuovo Ufficio Sviluppo Europa attivo da metà giugno il Comune si doterà di un gruppo di lavoro che avrà l’obiettivo di intercettare i fondi che l’Unione Europea concede in numerosi settori. Esistono finanziamenti per implementare le energie rinnovabili, il risparmio energetico, la sostenibilità ambientale, ma anche per realizzare opere di riqualificazione del tessuto urbano.
«Accedere ai fondi europei è uno degli obiettivi strategici del nostro programma di mandato», afferma l’assessore al Bilancio e vicesindaco Antimo Di Francesco.
L’ufficio sarà composto da funzionari interni al Comune, che si occuperanno dei progetti necessari per concorrere ai bandi per i finanziamenti diretti provenienti dall’Ue e indiretti provenienti dalla Regione Marche o dalla Provincia di Ascoli.
«Si partirà dall’analisi dell’esistente, non serve il mero rincorrere il bando», spiega il consigliere comunale Ds Lorella Bovara, responsabile delle Politiche Comunitarie insieme al vicesindaco.
La novità di questo ufficio, spiega, è l’impostazione operativa; i funzionari si avvarranno della consulenza della Prometeo srl di Giorgio Bisirri, già collaboratore di numerosi enti istituzionali e pubbliche amministrazioni. Bissirri fornirà aiuti nella progettazione e organizzerà corsi formativi per i funzionari comunali.
I funzionari che compongono l’Ufficio sono Renata Brancadori e Alessandro Marinelli (settore Affari generali, Attività culturali, sportive e turistiche), Barbara Pierantozzi (settore Finanze), Mania Cantalamessa (settore Lavori Pubblici e Tutela Ambientale), Giovanni Procacci e Vinicio Cipolloni (Polizia Municipale e Servizi demografici), Anna Marinangeli (settore Assetto del Territorio), Sergio Trevisani (Attività sociali ed educative).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 779 volte, 1 oggi)