SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si spengono i riflettori sul campionato del Porto d’Ascoli, qualche giorno di relax, poi tutti al lavoro per la prossima stagione. Il tecnico Dino Grilli è ancora rammaricato per non aver centrato la finale anche se i rimpianti non gli appartengono.
Mister, domenica scorsa è arrivata una vittoria che però non è servita a regalarvi la finale play off. E’ comunque soddisfatto?
«Lo sono per aver raggiunto i play off. Alla quindicesima giornata avevamo un punto sopra i play out. Era difficile rimontare, ma ci siamo riusciti disputando un grande girone di ritorno. Sono dispiaciuto, invece, per l’esito della semifinale che ci ha visto fuori dai giochi».
A mente fredda, cambierebbe qualcosa?
«Ho visto un buon Porto d’Ascoli, superiore all’Acquaviva, senza togliere ai vincitori i giusti meriti. Abbiamo giocato alla morte contro un avversario che ha fatto dell’ostruzionismo la sua forza. Cambierei solo il risultato, se potessi. Il calcio è questo, bisogna accettare il verdetti».
Sarà ancora il tecnico del Porto d’Ascoli?
«E’ presto per dirlo. Dobbiamo prima smaltire le tossine di una lunga stagione. In settimana avrò un incontro con il presidente Amante per parlare del futuro».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 395 volte, 1 oggi)