SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel dettaglio tutte le decisioni adottate dal Giudice Sportivo in riferimento ai campionati di Promozione e Prima Categoria.
In Promozione due turni di stop per Bertolotti (Vigor Pollenza), Grimaldi (Villa Pesaro). Un turno per Mosca (Vigor Pollenza), Manzaroli e Giovannini (A.G. Colbordolo), Dell’Aquila (Matelica), De Grandis (Villa Pesaro), Girotti e Ruani (Potenza Picena), Pierdomenico (Ubisaglia).
Ammenda di euro 250 alla società A.G.Colbordolo “per aver durante la gara alcuni propri sostenitori lanciato all’indirizzo di un assistente arbitro brecciolino, acqua ed altri piccoli oggetti, colpendo lo stesso senza causare danno fisico”. Ammenda di euro 100 alla società Potenza Picena “per aver alcuni propri sostenitori atteso l’arrivo del pullman della squadra ospite, prima della gara, e colpito lo stesso con calci e pugni insultando e minacciando gli occupanti”. Ammenda di euro 50 alla società Urbisaglia “per avere a fine gara i propri sostenitori, per festeggiare la vittoria, rimosso la rete di recinzione, danneggiandola”.
In Prima Categoria, tre giornate a Massi (Ama), dava una leggera spinta all’arbitro in segno di protesta. Due giornate a Malavolta (Campofilone), Cappella (Montottone). Una giornata a Magi (Belligotti Pesaro), Cicolini (Acquaviva), Brunacci (Chiesanuova), Tedeschi (Ama), Cerioni (Olimpia), Malaigia, Graziosi e Murazzo (Sangiorgese).
Ammenda di euro 250 alla società Petritoli “per aver durante la gara i propri sostenitori insultato un assistente arbitro lanciando all’indirizzo dello stesso pietruzze e terra senza colpire”. Ammenda di euro 120 alla società Ama “per aver a fine gara alcuni propri sostenitori atteso l’uscita dell’arbitro dallo spogliatoio e nel mentre lo stesso si allontanava a bordo della propria autovettura colpito la stessa con calci senza danneggiarla”.
Ammenda di euro 100 alla società Cantianese “per aver i propri sostenitori, dopo la realizzazione di una rete da parte della propria squadra, per festeggiare, piegato la rete di recinzione che colpiva involontariamente un assistente arbitro procurando momentaneo dolore”.
Ammenda di euro 100 alla società Jrvs Ascoli “per aver permesso a fine gara ad estranei di sostare nello spazio antistante gli spogliatoi per insultare e minacciare la terna arbitrale”.
Ammenda di euro 100 alla società Campofilone “per aver alcuni propri sostenitori atteso l’uscita dell’arbitro dallo spogliatoio, a fine gara, per insultarlo e minacciarlo”.
Il tecnico Ficcadenti (Ama) non potrà sedere in panchina fino al 7 giungo “per comportamento irriguardoso nei confronti dell’arbitro”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 364 volte, 1 oggi)