ACQUAVIVA PICENA – Si spera. Meglio ancora: si sogna. L’Acquaviva attende la gara di ritorno dei play off contro il Porto d’Ascoli. La vittoria dell’andata, maturata al Campo Ciarrocchi, avvicina la formazione del tecnico Franco Mascitti alla finale.
«Sono soddisfatto – esordisce l’allenatore gialloblu – Avevamo preparato la gara in un certo modo e la squadra ha seguito le mie direttive. Tutto il reparto di centrocampo ha lavorato bene e quelle poche volte che siamo partiti sugli esterni siamo riusciti a mettere in difficoltà l’avversario».
Il suo “collega” Dino Grilli ha detto che dalla loro avranno il vantaggio psicologico di non avere più niente da perdere. Cosa risponde?
«Potrei dire la stessa cosa. Siamo partiti per salvarci e ci ritroviamo a disputare i play off. Siamo andati oltre l’obiettivo iniziale, dando tutto ciò che potevamo. Abbiamo valorizzato i giovani, domenica in campo c’erano tre ’88 e un ’89. Poi quello che viene, viene. È normale che a questo punto si voglia arrivare il più in alto possibile».
Cicolini squalificato: questa assenza la preoccupa?
«Sostituirlo non è mai facile. Quando ho inserito Casangrande dopo la sua espulsione ho dovuto arretrare Spina che ha doti offensive. Faremo di necessità virtu».
Chiudiamo con un messaggio a mister Grilli?
«Gli dico che cercheremo di fare la nostra gara. Ognuno lotta con quello che ha a disposizione. Gli faccio un in bocca al lupo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 506 volte, 1 oggi)