SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nelle Marche si ritornerà a scuola il 17 settembre, con le lezioni che termineranno il 7 giugno 2008. Nelle scuole dell’infanzia, invece, le attività educative si concluderanno il 30 giugno del prossimo anno (anche se dal 7 al 30 dello stesso mese potrebbe essere previsto il funzionamento delle sole sezioni ritenute necessarie, in relazione ai bambini frequentanti).
Lo ha stabilito la Giunta regionale, che, a una manciata di settimana dalla chiusura dell’attuale anno scolastico, ha approvato il calendario 2007/2008. Gli istituti potranno, comunque, anticipare, a una data non anteriore al 13 settembre, l’inizio delle lezioni, sulla base di «comprovate esigenze, d’intesa con gli enti locali che erogano servizi scolastici». Complessivamente i giorni per le attività didattiche ed educative saranno 202 (o 203, se la festa patronale non cadrà durante l’anno scolastico o ricorrerà in giorno festivo o di sospensione obbligatoria).
Undici le festività stabilite dal calendario, oltre ovviamente alle domeniche. Stiamo parlando del 1° novembre (festa di tutti i Santi), dell’8 dicembre (Immacolata Concezione), del 25 dicembre (Santo Natale), del 26 dicembre (Santo Natale), del 1° gennaio Capodanno, del 6 gennaio (Epifania), del 25 aprile (anniversario della Liberazione,) del lunedì di Pasqua, del 1° maggio (festa del Lavoro), del 2 giugno (festa della Repubblica) e della festa del Patrono.
Le lezioni saranno sospese, obbligatoriamente: da domenica 23 dicembre a domenica 6 gennaio, da giovedì 20 marzo a martedì 25 marzo, venerdì 2 novembre, sabato 3 novembre e sabato 26 aprile.
Le istituzioni scolastiche, tuttavia, potranno adattare il calendario scolastico «in relazione alle esigenze derivanti dai piani dell’offerta formativa e da eventuali sospensioni o riduzioni del servizio scolastico disposte da enti e autorità locali per eventi eccezionali». Tale adattamento dovrà avvenire entro il 15 luglio, d’intesa con gli enti locali.
«Il calendario scolastico – sottolinea l’assessore regionale all’Istruzione, Ugo Ascoli – è scaturito dalla concertazione con tutte le componenti interessate: scuole, sindacati, genitori, associazionismo turistico. Il gruppo tecnico di lavoro ha espresso il proprio parere il 14 maggio scorso. Inoltre, il calendario verrà gestito localmente, in stretta sintonia tra le istituzioni scolastiche e il territorio, in particolare con gli enti locali che dovranno coordinare i servizi di competenza».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 328 volte, 1 oggi)