GROTTAMMARE – Maria Cristina Costanzo si è dimessa da vicesindaco. Dopo che, nella giornata di ieri, suo marito, l’imprenditore ittico Elvio Mazzagufo, ha minacciato di darsi fuoco negli uffici della Regione Marche (domani sarà interrogato dal Gip), l’esponente dei Verdi, che è anche assessore ai Servizi Sociali, ha deciso di abbandonare il proprio ruolo in seno all’amministrazione comunale grottammarese. Sulla decisione del vicesindaco, domani l’amministrazione Merli esprimerà la propria opinione attraverso un comunicato stampa.
Riportiamo di seguito il suo intervento:

Il gesto disperato fatto da Elvio ieri è il risultato di un lungo tormentato periodo legato a quello che voi avete sempre definito come “il caso Fish”.
Esposti, ricorsi, denunce, rallentamenti burocratici nonostante la regolarità, lo hanno oppresso per anni fino all’esasperazione.

Giunti a questo punto ho ritenuto indispensabile un mio allontanamento dal ruolo politico ricoperto finora per salvaguardare la mia famiglia. Dopo quest’ultima grave vicenda, non posso più chiedere ai miei familiari di sopportare le conseguenze che scaturiscono dal mio impegno amministrativo.


Pertanto questa mattina ho rassegnato le dimissioni dall’incarico di assessore e vicesindaco presso il Comune di Grottammare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.197 volte, 1 oggi)