GROTTAMMARE – Alle 18 di domenica 10 giugno l’arte russa farà capolino a Grottammare, presso lo spazio dell’artista Guido Venieri. La mostra, intitolata Festa degli Urali, resterà aperta fino al 15 giugno e potrà essere visitata tutti i giorni dalle 17 alle 20.

Ci sarà da sgranarsi gli occhi, di fronte ai dipinti realizzati interamente da bambini dagli 8 ai 14 anni, frequentanti il Diaghilev Lyceum. L’esposizione – nata da un’idea dell’artista Venieri – vedrà l’esposizione di 30 lavori realizzati dagli alunni del Liceo artistico russo, ed è la seconda che si tiene nello Spazio d’Arte del Pittore Guido Venieri (la prima risale al 1997 “Innamorarsi dell’Italia”).

Alcuni di questi lavori sono inspirati da Grottammare, altri agli scorci delle città russe, attraverso varie tecniche, come pennarello, acquerello, pastello.

Il sistema di formazione russo è differente da quello italiano: i bambini iniziano la scuola a 7 anni e frequentano sempre lo stesso liceo fino a 17 anni. In particolare viene data molta importanza alle arte, alla danza, allo sport. Tutte le scuole hanno un programma di studi completo, ma ognuna è specializzata verso una qualifica ben precisa. Nel particolare il Diaghilev Lyceum è un liceo artistico e fa parte del Progetto Scuole Associate dell’Unesco. La sede si trova nella città di Yekaterinburg, nella regione dei monti Urali, in Russia.

Il Liceo Artistico Diaghilev fu fondato nel 1979. La scuola offre istruzione secondaria generale ed è composto da tre reparti: belle arti, coreografia, ed estetica. Ci sono circa 700 alunni iscritti alla scuola.

L’evento è patrocinato dal Progetto Scuole Associate dell’Unesco e dal Comune di Grottammare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 469 volte, 1 oggi)