SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I socialisti della Rosa nel Pugno hanno eletto con voto pressoché unanime (tredici favorevoli dei quattordici aventi diritto e un’astensione) Umberto Pasquali segretario del comitato cittadino. Vicesegretario è stato eletto l’ingegner Alfredo Rizzoli.

Il congresso cittadino è stato caratterizzato da una grande partecipazione e da una molteplicità di interventi nel corso dei quali è stato unanime il ringraziamento al segretario uscente Federico Falaschetti per l’impegno, la competenza e per i risultati politici, elettorali e organizzativi del suo mandato.

E’ stata ribadita con fermezza la coerenza e la lealtà della scelta politica che è alla base del sostegno convinto all’amministrazione Gaspari.

«Coerenza e lealtà – si legge in una nota del portavoce Umberto Perosino – che non possono inficiare la più libera autonomia di giudizio e, se necessario, la ferma intransigenza nel richiedere il rispetto puntuale degli impegni programmatici e la risoluzione condivisa dei problemi della città».

I socialisti, afferma Perosino, ritengono che solo un grande sforzo comune capace di andare oltre le semplici logiche di partito o di schieramento possa mettere l’amministrazione comunale nella condizione di soddisfare le esigenze della popolazione, «che spesso si trova più avanti delle nostre capacità di dare risposte efficienti».

«E’ necessario ristabilire un corretto rispetto dei ruoli, delle competenze e delle responsabilità tra partiti ed amministrazione – continua – così come appare sempre più urgente ristabilire condizioni di sempre più ampia partecipazione democratica diretta nelle scelte amministrative.

I socialisti vogliono saper interpretare e cogliere tutte le istanze di cambiamento e di crescita che vengono dal mondo del lavoro e delle professioni, dalla realtà giovanile e femminile, dal mondo del volontariato e dell’associazionismo, della difesa dei diritti civili e da tutte le espressioni culturali che possono determinare realmente la crescita della città.

E’ necessario trasformare il partito – conclude la nota del portavoce Perosino – ed attrezzarlo ad essere un vero e proprio cantiere, aperto al contributo di chiunque voglia partecipare a questa sfida per unire tutte le forze del socialismo riformista così come indicato dall’ultimo Congresso Nazionale che ha sancito la nascita della Costituente Socialista».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 411 volte, 1 oggi)