PENNE – Un gol del solito Alessio Rosa consente al Centobuchi di mettere in saccoccia una bella fetta di salvezza.
Il primo atto dello spareggio retrocessione di serie D, girone F, parla dunque marchigiano: il Penne sbaglia totalmente la partita, lasciandosi prendere la mano da un nervosismo fine a se stesso. Momenti di tensione durante e dopo la gara, con il centrocampista di casa Roberto Piccoli che per poco non viene alle mani con i propri tifosi. Scene che non vorremmo vedere.
E non può bastare la giustificazione, in casa abruzzese, di un arbitraggio mediocre: alla resa dei conti il signor Soricano di Barletta ha scontentato vinti e vincitori, permettendo qualche rudezza di troppo da ambo le parti.
Domenica prossima i biancorossi – contestati duramente a fine partita dai propri tifosi – dovranno imporsi al Comunale con due gol di scarto se vorranno mantenere la serie D. Il Centobuchi? Guai a pensare di aver raggiunto il traguardo, sarebbe un errore, anche perché quest’anno in casa propria i biancococelesti hanno dovuto ingoiare più di un boccone amaro.
BELLA CORNICE C’è il pubblico delle grandi occasioni al Comunale di Penne, con gli ultras di casa che per l’occasione preparano una bella coreografia con cartoncini bianchi e rossi. Dalle Marche arrivano in poco meno di un centinaio per sostenere il Centobuchi.
FORMAZIONI Nessuna novità tra le file ospiti, con mister Marocchi che recupera Porcu e lo piazza sull’out destro della difesa. Consueto 4-4-2 con Galli e Iachini sugli esterni e l’inamovibile tandem d’attacco De Angelis-Rosa.
Sorpresa di contro alla lettura dell’undici di casa: mister Torti inserisce Del Gallo, una punta, sulla corsia destra del centrocampo a supporto della coppia Nunziato-Contini, escludendo Nardi e Gamboni. In difesa Antic viene spedito in panchina: la coppia centrale è formata da Fulco e Ciarrocca.
INIZIO NERVOSO Si comincia. Inedita maglia gialla per i padroni di casa, consueta casacca celeste con inserti bianchi per il Centobuchi. Cronaca avara: si capisce fin da subito che sarà una partita brutta. Sono comunque gli ospiti a fare di più negli ultimi 16 metri. Al 9’ Cipollini lungo per De Angelis che dalla sinistra si accentra e lascia partire un tiro bloccato in due tempi da Soccio. Preme il Penne, ma il forcing biancorosso frutta appena due corner.
Al 12’ tiro telefonato di Cucco dal limite dell’area. Tre minuti più tardi lo stesso numero 3 biancoceleste crossa per la testa di Galli che manca la palla di un soffio. Si lotta da morire a centrocampo e l’arbitro fa fatica a tenere in mano la partita. Al 24′ si fanno vivi i locali: punizione dai 30 metri di Contini, testa di Piccolo, palla a lato.
IL GOL Con la cronaca passiamo direttamente al gol del Centobuchi, al minuto 46: traversone del solito Cucco, palla che viaggia nell’area di rigore pennese, Fulco fa la bella statuina e per Rosa è un gioco da ragazzi trovare il tap in vincente.
Un minuto dopo Piccolo, nel cuore dell’area marchigiana rifila una manata a Cipolloni e si fa cacciare. Seguono diversi minuti di tensione, con il numero 4 di casa inviperito e portato a forza negli spogliatoi dai compagni.
RIPRESA FIACCA Nella ripresa mister Torti prova a smuovere le acque, piazzando Del Gallo al fianco di Nunziato e retrocedendo l’ex Samb Contini in mediana. E’ il Penne a provare a fare la partita: al 4’ lo stesso Contini crossa in mezzo per Nunziato che di testa tocca debolmente
Al 7’ fuori Nunziato per il centrocampista Gamboni, che viene impiegato nell’inedito ruolo di punta. Il neo-entrato all’11 devia in rete il traversone di Contini in rovesciata: bello il gesto atletico, ma il tiro è troppo centrale. Al 19′ si fa vivo il Centobuchi: Galli lungo per Iachini, che prende il tempo a Di Marco e prova la conclusione: fuori di poco.
Al 24’ Gamboni serve Del Gallo che sulla destra elude l’intervento di Cucco e calibra un tiro-cross insidioso. Per fortuna del Centobuchi la sfera termina a lato. L’ultima emozione è del minuto 37: angolo di Contini per il piede destro di Francia che, da buonissima posizione, fallisce clamorosamente la stoccata.
DOPO-PARTITA Per ascoltare l’intervista fatta ad Alessio Rosa cliccate QUI
Per ascoltare le dichiarazioni di mister Marocchi invece, cliccate QUI

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 795 volte, 1 oggi)