SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Consiglio comunale avrà un trentaduesimo componente, in rappresentanza degli immigrati extracomunitari provvisti del permesso di soggiorno, come previsto dall’articolo 7 dello Statuto comunale. Lo ha deciso il Consiglio stesso durante la seduta di venerdì 18 maggio.
Le elezioni si svolgeranno entro sei mesi, dunque entro il 18 novembre. Avranno diritto di voto gli extracomunitari maggiorenni provvisti del permesso di soggiorno, che riceveranno un apposito certificato elettorale.
Il consigliere comunale aggiunto per gli immigrati resterà in carica fino alla fine dell’attuale mandato amministrativo. Dopo sei mesi dall’elezione di un nuovo sindaco della città si provvederà a rieleggere il nuovo consigliere comunale aggiunto per l’immigrazione. Quest’ultimo ha competenza solo sulle questioni che riguardano l’immigrazione (al riguardo può presentare interrogazioni e proposte), ma non ha diritto di voto in Consiglio. Percepisce come gli altri consiglieri un gettone di presenza (ad oggi 90 euro lordi).
Dall’opposizione è giunta la richiesta non accolta di estendere le competenze del consigliere aggiunto a tutte le materie, non soltanto a quelle inerenti l’immigrazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 323 volte, 1 oggi)