MONTEPRANDONE – Proseguono le indagini dei Carabinieri di San Benedetto sull’incendio dell’auto di don Francesco Ciabattoni, parroco della Chiesa di San Niccolò, avvenuto nella notte fra mercoledì e giovedì: indagini a 360°, anche se si ipotizza, più che una vera e propria ritorsione di carattere ideologico, il gesto sconsiderato di qualche balordo.

A tal proposito, pubblichiamo di seguito una lettera scritta dallo stesso parroco.

Ho pensato di mettervi a conoscenza di un grave fatto accaduto ieri notte, anche perchè le voci stanno girando vorticosamente ed è meglio avere una conoscenza diretta.

Ieri notte a seguito di un gesto intimidatorio, non è il primo e ne sarà l’ultimo, hanno seviziato la mia povera auto (ancora da pagare) con punteruoli, scrivendo scritte intimidatorie che non ripeto, bucando le gomme, rompendo specchietti, smontando lampadine, antenna tergicristalli, lettere e targa. Alla fine hanno dato fuoco senza pensare che quel gesto sconsiderato avrebbe potuto procurare una tragedia, per esempio coinvolgendo nel rogo le auto parcheggiate davanti alla mia ecc…

E’ evidente che non ci sono contrasti diretti con qualcuno in specifico tanto da indurre a pensare ad una ritorsione ma solo il gesto sconsiderato di qualche ragazzo ben fatto che prende di mira uomini di chiesa. Questo segue ad un primo gesto meno eclatante di qualche mese fa. Purtroppo credo non sia l’ultimo.

Cosa fare. A livello personale e cristiano ho subito pregato per questi poveri ragazzi. Io ieri sera, pur andando a dormire molto tardi ho dormito sogni tranquilli con la coscienza libera da odii o vendette. Loro non so come abbiano dormito. Spero che cambino e si salvino l’animo e la coscienza.

Dal punto di vista sociale e della sicurezza invece la comunità dovrà adottare delle misure per prevenire e per reprimere.

Ho ricevuto già la solidarietà del sindaco Menzietti e di gran parte della comunità che si è sentita umiliata e ferita per un atto che non gli appartiene e che rifiuta in toto.

Detto questo ora dovrò trovare un nuovo mezzo. Qualche consiglio?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.050 volte, 1 oggi)