SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il gruppo Coop Adriatica combatte lo spreco: l’operazione “Brutti ma buoni” – al Centro Commerciale PortoGrande – si pone l’obiettivo di donare i prodotti alimentari invenduti, perché prossimi alla scadenza o con difetti nella confezione, operando in modo sostenibile dal punto di vista economico, ambientale e sociale.
«Con l’operazione Brutti ma Buoni – ha sottolineato il direttore del Centro Luciano Sgolastra – noi rafforziamo il nostro legame con il territorio e le strutture che operano nel sociale, seguendo il solco della tradizione Coop e anche di quella del PortoGrande, che da sei anni consecutivi dedica sempre un’iniziativa a favore delle Onlus locali. La società dei consumi spesso ci porta a scartare un prodotto anche solo per un lieve difetto esteriore, ma il suo valore resta: questa è l’essenza dell’iniziativa “Brutti ma Buoni” Coop.».

All’iniziativa aderiscono le associazioni Casa Famiglia Santa Gemma Galgani, Caritas Diocesana, Casa Lella 2001, ANFFAS di Grottammare e AMA L’Aquilone di Castel di Lama.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 707 volte, 1 oggi)