SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Regione Marche, per agevolare la riqualificazione delle strutture alberghiere, istituirà un fondo di sostegno finanziario rivolto esclusivamente a tutte le imprese turistiche che vogliono migliorare le offerte dei loro servizi di “ricettività e accoglienza”: a spiegare la natura di tale fondo è stato Luciano Agostini, vice presidente Regione Marche, in un incontro organizzato dal Consorzio Turistico Riviera delle Palme, alla presenza del presidente del consorzio, Marco Calvaresi, dell’assessore al Turismo del Comune di San Benedetto, Domenico Mozzoni, e degli imprenditori turistici della riviera.

«Per la creazione di questo fondo» ha spiegato Agostini, «la Banca Europea Investimenti metterà a disposizione della Regione circa 100 milioni di euro in un impegno pluriennale per le risorse».

Questa somma verrà utilizzata in 3 anni e la regione interverrà sull’abbattimento del conto-interesse che scenderà fino a 3-3,5 punti in percentuale.

I beneficiari di tale provvedimento saranno principalmente le strutture alberghiere, ma il beneficio potrebbe essere esteso anche alle strutture ricettive all’aria aperta, stabilimenti balneari, strutture extra-alberghiere come, per esempio, country house o camping.

«Stiamo definendo anche le quantità da mettere a disposizione» ha continuato Agostini, «il limite più basso di un intervento sarà 150 mila euro, il tetto massimo sarà invece 2/3 milioni di euro. Istituiremo anche il premio in volumetria del 20%, attuabile però dai Comuni, esclusivamente appannaggio delle strutture alberghiere vincolate da 20 anni».

Il bando, che avrà scadenza annuale, al momento è al vaglio della Giunta Regionale e la sua uscita è prevista per fine anno: conterrà tutte le indicazioni sul limite di spesa, sulle priorità, sulle spese ammissibili, sul vincolo di destinazione e sulle modalità di presentazione della domanda.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 356 volte, 1 oggi)